Come scegliere il fondotinta adatto per il nostro tipo di pelle

fondotinta

FOTO: Scegliamo il fondotinta più adatto a noi!

Per realizzare una base trucco perfetta, capace di sostenere ogni tipo di make up e di farlo durare a lungo, è fondamentale partire con il “piede giusto”, a cominciare dalla scelta del fondotinta, scelta che deve tenere conto, necessariamente, del nostro tipo di pelle.

Sì perché quando parliamo di fondotinta, la giusta consistenza, abbinata ad una formula che risponde alle esigenze specifiche della pelle, fa la differenza e non è soltanto questione di piacevolezza ma, soprattutto, ed è ciò che ci interessa di più, di funzionalità.

Dunque vediamo: qual’è il tipo di fondotinta più adatto per il nostro tipo di pelle?

secca

FOTO: Pelle secca.

Se abbiamo una pelle secca, dobbiamo puntare su un fondotinta dalla texture cremosa, che contenga un’alta percentuale di cere e molecole capaci di creare un film elastico e sottile per evitare che, già a metà giornata, si presenta l’antiestetico effetto ” craquelé”.

Prima di stendere il fondotinta, è consigliabile applicare un primer levigante, soprattutto nel caso in cui la vostra pelle sia segnata da piccole rughe.

Chi ha la pelle secca deve optare per prodotti con acido ialuronico, collagene, ceramidi, c’era d’api e burro di karitè in grado di assicurare elasticità a lungo termine per scongiurare il rischio che, ad un certo punto, la base trucco inizi a spaccarsi. Orribile!

grassa

FOTO: Pelle grassa.

Il problema pelle grassa, invece, è l’odiatissimo effetto pelle lucida. Per neutralizzare questo tipo di inestetismo della pelle, dobbiamo scegliere un fondotinta che contenga agenti seboregolatori e riequilibranti, sostanze idratanti e polveri minerali assorbenti.

Dunque, è consigliabile optare per consistenze in polvere, che hanno un maggior potere opacizzante, oppure scegliere un fondotinta con una forte componente acquosa, che evapora subito … non preoccupatevi!

E per chi ha la pelle mista? In questo caso, è perfetta un fondotinta a mousse perché risulta leggera al tatto e, allo stesso tempo, riesce a coprire bene e ad uniformare la pelle del viso.

Le zone lucide, che naturalmente sono quelle della fronte, dei lati del naso e del mento, vanno poi tamponate con una cipria in polvere per ottenere un effetto mat.

Altrimenti, usate due fondotinta dello stesso colore ma di consistenza diversa: un fondotinta per pelle grassa da applicare sulla cosidetta zona T e un fondotinta per pelle secca da stendere sul resto del viso.

Importante! Scegliere formule che contengano agenti antiossidanti e lenitivi perché il sebo irrita le pelli sensibili.

discromie

FOTO: Discromia pelle del viso.

E per finire, occupiamoci di chi ha una pelle matura e discromie pelle. In qiesto caso, è meglio optare per un fondotinta fluido che si può lavorare facilmente, non crea il pesante effetto “maschera” e non evidenzia le rughe. Se volete che la vostra pelle appaia più tesa, dovete scegliere un fondotinta che contenga alte concentrazione di attivi rimpolpanti ed idratanti, vitamine, antiossidanti e agenti schermanti anti – UV.

Per coprire macchie, coprire acne o rossori, è utile applicare un correttore oppure orientatevi sui nuovi fondotinta effetto camouflage che sono leggerissimi al tatto ma hanno un eccezionale potere ottico correttivo.

Tutto qui. ora che sapete quali sono le formule studiate su misura per la vostra pelle, realizzare una base trucco perfetta sarà “una passeggiata!”

 

Share Button
,
2 comments on “Come scegliere il fondotinta adatto per il nostro tipo di pelle
  1. Io per la pelle grassa ho usato un prodotto della Clinique si chiama Anti-Blemish Solutions Liquid Makeup, e mi trovo abbastanza bene anche se il nome e’ illeggibile (e impronunciabile!) 😛 qualcun altra sa consigliarmi altri fondotinta da provare?

    • Giorgetta brava! Gran bel prodotto quello di Clinique. Consiglio a chi ha pelle grassa come te di scegliere un fondotinta in polvere perché “asciuga” la pelle grassa del viso … la formula liquida è adatta a pelle secche perché idrata e tiene “umida” la pelle evitando quel brutto “effetto crepa”. Orribile!

Lascia un commento